Viaggio Nel Mondo

Predazzo

Capoluogo amministrativo e culturale della Val di Fiemme, Predazzo è un paese tranquillo e immerso nella natura del Parco Naturale di Paneveggio e San Martino. Un luogo di relax e un’ottima occasione di vivere la montagna in tutti i suoi aspetti.

Predazzo, Trentino Predazzo, Dolomiti

© zbylig

Predazzo è il paese più grande della Val di Fiemme, a metà strada tra l’imbocco di Cavalese e l’inizio della Val di Fassa. Località moderna e ricca di servizi, con parchi avventura, molte strutture per i giovani, e qualche sorpresa oltre alle meraviglie della natura dolomitica, assicurate dai boschi e dalle valli del massiccio del Latemar, uno dei più piccoli ma più affascinanti gruppi delle Dolomiti. Da visitare in paese il museo geologico, per capire fino in fondo i misteri della roccia dolomia, che rende queste montagne così particolari da essere considerate Patrimonio dell’Umanità. Da visitare assolutamente la frazione di Bellamonte, magari inoltrandosi su per le strade pastorali e per qualche sentiero alla ricerca dei moltissimi e storici tabià per cui Predazzo è famosa, le tipiche abitazioni d’alta montagna, molte delle quali ristrutturate nel tipico stile ladino.

Sciare a Predazzo – Ski Center Latemar

Si chiama Ski Center Latemar ed è uno dei comprensori in assoluto più tecnici delle Dolomiti trentine. Tre aree sciistiche: la piccola area di Predazzo, accessibile direttamente dal paese grazie alla cabinovia Gardonè, ha solo cinque piste ma tutte di alto livello tra cui due nere (bellissima la variante Slalom della Cinque Nazioni); Obereggen è un’area ben più vasta, con 17 tracciati dalla difficoltà medio bassa, perfetta per le famiglie, i principianti e gli snowboarder, che godranno di uno snowpark attrezzatissimo e di uno dei pochi half pipe permanenti d’Italia; Alpe di Pampeago, con i suoi diciotto tracciati di cui ben sette piste nere, è il paradiso dello sciatore esperto che non può farsi mancare le due lunghe varianti di Pala di Bosco e la splendida Tresca.

Come Arrivare

Si raggiunge da Milano in poco più di tre ore, con la A4 fino a Verona, quindi la A22, uscita Egna – Ora, dove si imbocca la statale 48, che porta in paese. Passare da Trento è la via più comoda e rapida da tutte le grandi città della pianura Padana.

,