Viaggio Nel Mondo

Mazzin di Fassa

Il più piccolo paese della val di Fassa è Mazzin. Un villaggio-eremo in quota, che si inerpica su per la stretta e bellissima valle di Antermoia. Un luogo storico e pittoresco che sta vivendo negli ultimi anni un certo sviluppo edilizio. Bisogna dunque affrettarsi. Se è vero che a Mazzin non ci sono impianti di risalita, un comodo neve-bus porta gli appassionati sulle piste di Vigo e Pozza.

Mazzin di Fassa, Dolomiti Trentine Val di Fassa, Trentino

© Marco Vanzo

Mazzin è il più piccolo e forse uno dei primi villaggi ladini. E’ qui infatti che sono state rinvenute alcune delle più importanti testimonianza di insediamento delle popolazioni retiche, in località Doss dei Pingui. Grazioso e minuto centro, legato alle tradizioni delle Dolomiti e della Val di Fassa, Mazzin è anche custode dell’unico esempio originale di maniero rustico dell’intera valle: la dimora signorile di Casa Battel, in perfetto stile ladino, con la sua torre a cuspide e bellissimi affreschi e decorazioni.

Mazzin è anche un’occasione imperdibile per gli amanti del trekking e dell’alpinismo. E’ infatti proprio alle spalle dell’abitato che partono alcuni tra i sentieri più affascinanti che risalgono il versante meridionale del gruppo del Catinaccio, una delle più belle aree delle Dolomiti Trentine. La Valle Antermoia è infatti una sorta di lungo e stretto serpente roccioso, scavato direttamente nella roccia. Un museo della pietra Dolomia, se ce n’è uno, i cui sentieri, prima di portarci in vetta, attraversano l’affascinante paesaggio lunare e pietrificato delle pendici del Catinaccio.

Davvero una località particolarissima, un luogo appartato e rilassante, perfetto per una visita in giornata come per un soggiorno lontano dal caos.

Come arrivare a Mazzin

Mazzin dista circa un’ora e mezza sia da Trento che da Belluno. Se si raggiunge da Trento, l’uscita è quella di Egna – Ora, da cui proseguire sulla Statale 48. Da Belluno si percorre la Regionale 203 fino a Moena, per poi proseguire lungo la SS48.

,