Viaggio Nel Mondo

Cavalese

Una delle principali comunità delle Dolomiti trentine è Cavalese, centro amministrativo e culturale della Val di Fiemme e della sua comunità ladina. Abitata sin dalla preistoria, oggi è una meta perfetta per ci è in cerca di sport, relax, tradizione e tante iniziative.

Cavalese, sci in Trentino Cavalese, Dolomiti trentine

© Marco Vanzo

Il vero cuore pulsante della Val di Fiemme. Ai piedi dell’Alpe Cermis, cui è legata indissolubilmente al nome nell’immaginario collettivo, Cavalese è la sede della Magnifica Comunità di Fiemme e svolge al meglio la sua funzione di centro anche culturale. Un borgo antico in puro stile ladino, ben conservato, con due centri di attrattiva: il palazzo Vescovile di poca rinascimentale, e il parco storico che conserva il curioso Banco della Reson, pittoresca tavola rotonda medievale che fungeva da tribunale cittadino. Interessante anche il museo pinacoteca e dell’arte contemporanea.

Cavalese è anche una località giovane, con monte strutture ricettive e parecchi locali, che non cancellano però le tradizioni ladine. Sopra tutte, il Carnevale dei Matoci, probabilmente il più arcaico carnevale trentino: una processione che gira di paese in paese, vestendo maschere artigianali in legno e simboleggiando lo straniero che giunge in visita, interrogato ad ogni stazione dagli altri personaggi in una simbologia in precario equilibrio tra accoglienza e diffidenza.

Costruita in un’apertura favorevole della valle, su terrazzi dal declivio leggero, Cavalese è nota per il clima mite. Siamo appena sulla soglia delle Dolomiti, le vette più alte sono vicine ma non incombenti, ed i pendii attorno non spaventano. Cavalese d’estate è perfetta per le passeggiate tranquille e per le famiglie, con tanti percorsi di ciclo-trekking e sentieri a piedi. Bellissima soprattutto la zona del Monte Corvo.

Sciare a Cavalese – Alpe Cermis

A Cavalese si trova uno dei tracciati più famosi ed amati tra gli esperti, per bellezza, difficoltà ed impegno del pendio, eppure l’Alpe Cermis non è una località celebrata o particolarmente grande. La pista in questione è la mitica Olimpia, un serpente di oltre sette chilometri e con un dislivello di 1400 metri. Per il resto Cavalese offre un paio di piste per tutti, piuttosto divertenti, e un attrezzatissimo campo scuola dedicato soprattutto ai bambini, con uno skipark a tema.

Da segnalare che, con lo skipass Fiemme/Obereggen, consorziato con Dolomiti Superski, si può accedere a un’area sciistica più ampia che, oltre all’Alpe Cermis, comprende Ski Center Latemar, Alpe Luisa, Lavazé-Oclini e Passo Rolle.

Impossibile infine non citare lo sci nordico, forse il vero must. Da Cavalese passa infatti il percorso della Marcialonga, una delle più difficoltose e massacranti prove internazionali dello sci di fondo.

Come arrivare

Si raggiunge da Milano in circa tre ore, con la A4 fino a Verona, quindi la A22, uscita Egna – Ora, dove si imbocca la statale 48, che porta in paese.

,